ORO: VOLA AI MASSIMI DA OLTRE 7 ANNI VERSO I $410

8 Dicembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

L’oro ha toccato i massimi da sette anni a Londra, raggiungendo quota 409,35 dollari l’oncia (+0,9%), il livello più alto dal 9 febbraio del 1996. Il metallo giallo, prezzato in dollari, continua a beneficiare dell’opportunità di acquisto più conveniente sulla scia del crollo delle quotazioni del biglietto verde che oggi ha toccato un nuovo minimo storico contro l’euro, a 1,2220.

L’oro, tradizionale bene rifugio, è salito del 18% quest’ anno, in coincidenza con l’inarrestabile ribasso del dollaro che ha totalizzato un calo del 16%. L’oro potrebbe registrare un ulteriore rialzo in vista della riunione del Fomc della Fed di domani in materia di politica monetaria. Gli economisti prevedono tassi fermi all’1%, vale a dire ai minimi da 45 anni, con il conseguente indebolimento della moneta americana.

Oltre a questo, il rialzo dell’oro è legato anche ai disinvestimenti da asset finanziari Usa con l’accentuarsi delle tensioni geopolitiche. Tra gli altri metalli preziosi, è da segnalare il rialzo dell’1% del platino e del palladio, saliti rispettivamente a 795,50 dollari e 199,50 dollari.

__________________________________________

Per risolvere i tuoi dubbi finanziari, ti consigliamo di provare uno strumento formidabile che ti potra’ far da guida – oggettiva e disinteressata – nei tuoi investimenti: il servizio INSIDER di Wall Street Italia (costa meno di 17 euro al mese!). Se non sei gia’ abbonato, provalo per un mese utilizzando il link INSIDER