ORO: SALE A NUOVI MASSIMI DA 16 ANNI A $435.90

8 Novembre 2004, di Redazione Wall Street Italia

Il prezzo dell’ oro è salito a nuovi massimi da 16 anni a questa parte, esattamente dal mese di luglio del 1988, a 435,90 dollari l’ oncia, sul mercato di Singapore, come conseguenza dell’ ennesimo record negativo del dollaro contro l’ euro. In Cina, i prezzi si sono attestati sui massimi storici, a 114,99 yuan al grammo, corrispondenti a 432 dollari l’ oncia. Si tratta del livello più elevato da quando sono state avviate le contrattazioni allo Shangai Gold Exchange, il 31 ottobre del 2002.

Il rialzo è da mettere ancora una volta in relazione con la prospettiva di un ulteriore indebolimento del biglietto verde, a sua volta diretta conseguenza della conferma alla Casa Bianca di George W. Bush. Da quando è stato eletto presidente degli Stati Uniti in occasione del suo primo mandato, nel 2001, il prezzo dell’ oro è salito del 65% mentre la quotazione del dollaro è scesa di circa il 28%.

Gli operatori guardano con sempre maggiore diffidenza al dollaro, in considerazione del crescente disavanzo delle partite correnti Usa, che rischia di non essere coperto da un adeguato flusso di capitali nel Paese.

L’euro nel frattempo è volato su nuovi massimi in apertura non accennando a rallentare la sua corsa. Dopo un picco a 1,2987 dollari, la moneta unica è ora scambiata a 1,2982 dollari (contro 1,2856 delle quotazioni medie di venerdì della Banca centrale europea). Rialzo anche rispetto allo yen: l’euro é a 136,86 contro 136,51 delle indicative di venerdì della Bce