Ore cruciali per sopravvivenza Sears, rischia chiusura oggi

28 Dicembre 2018, di Mariangela Tessa

Conto alla rovescia per la sopravvivenza di Sears. La storica catena della grande distribuzione statunitense, fondata 125 anni fa, rischia di chiudere i battenti oggi.

L’azienda, che dà lavoro a oltre 68.000 persone ha presentato istanza di fallimento in ottobre. Il suo ultimo tentativo di sopravvivenza è una proposta da 4,6 miliardi di dollari avanzata dal suo presidente, nonché il più grande investitore di Sears, Eddie Lampert, per acquistare la società dalla bancarotta tramite il suo hedge fund, ESL Investments.

Secondo quanto riporta la CNBC, ESL è l’unico soggetto che ha presentato un’offerta per acquistare il gruppo nella sua interezza. Senza quell’offerta o un’altra offerta simile i liquidatori saranno costretti a spezzare l’azienda.

Ma mentre Lampert si trova dinanzi alla scadenza del 28 dicembre per presentare la sua offerta, il tempo è oramai quasi scaduto.

Se Lampert dovesse presentare un’offerta in queste ultime ore, i consulenti di Sears avrebbero tempo fino al 4 gennaio per decidere se è un “offerente qualificato”. Solo in quel momento, ESL potrebbe prendere parte a un’asta contrapposta alle offerte di liquidazione, programmata per il 14 gennaio.