Elezioni francesi, quali impatti sui mercati

6 Aprile 2022, di François Rimeu  (La Française AM)

Si profila un testa a testa tra Emmanuel Macron e Marine Le Pen al ballottaggio del prossimo 24 aprile. Quale impatto potrebbe avere il risultato delle elezioni sullo sviluppo economico e sui mercati in Europa? C’è il pericolo che una vittoria di Marine Le Pen possa portare il Paese ad un’uscita dall’Euro? Come avete adeguato il vostro portafoglio in vista delle elezioni?”

Alla data del 04/04/2022, il divario tra Emmanuel Macron e Marine Le Pen si sta riducendo, con gli ultimi sondaggi che mostrano l’attuale presidente in leggero vantaggio. Anche se una vittoria di Marine Le Pen non sembra essere il più probabile dei risultati, non si può escludere una sorpresa finale, soprattutto perché difficilmente l’elettorato di sinistra darà a Macron lo stesso sostegno del 2017 al secondo turno.

Guardando la volatilità implicita su Euro / USD (o gli spread su titoli di stato di paesi simili), i mercati sembrano vedere le elezioni francesi come un non evento, il che delinea uno scenario completamente diverso rispetto al 2017.

Per quanto ci riguarda, abbiamo adeguato i nostri portafogli in vista delle elezioni, riducendo l’esposizione ai titoli di stato francesi, ma aumentando l’esposizione verso la Germania e vendendo Euro rispetto al USD. Escludendo una reazione a catena dei mercati finanziari, le implicazioni a lungo termine rimangono però difficili da valutare.

Marine Le Pen non vuole più uscire dall’Eurozona, quindi il rischio di una Frexit sembra essere molto basso per la Francia. Tuttavia, potrebbe portare a una maggiore incertezza per lo sviluppo economico del continente. Le politiche di immigrazione dovranno essere discusse di nuovo, così come le regole fiscali, le relazioni diplomatiche e così via. A prima vista, non sembra uno scenario positivo per la crescita europea futura.