OPEL, IN ROSSO PER IL SECONDO ANNO CONSECUTIVO

19 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Opel (Gruppo General Motors), ha chiuso in rosso i suoi conti per il secondo anno consecutivo.

Nel 1999 sono state registrate perdite operative per 225 milioni di marchi (344 milioni nel 1998) e perdite nette per 81 milioni (l’anno prima c’era stato un utile netto di 576 milioni dovuto a voci straordinarie).

Record invece per il fatturato, che ha segnato un record a 32 miliardi (+6%) mentre le consegne sono salite del 5,1% a 1,17 milioni di unità.

Per il 2000 Opel prevede un ritorno all’utile, sempre che non intervengano fattori negativi sul fronte economico generale.

Al termine della conferenza di bilancio, il presidente di Opel Robert Hendry, che secondo indiscrezioni di stampa lascerebbe la società in ottobre, ha invece smentito questa possibilità.

“Resto alla Opel, questa impresa tedesca che ha 138 anni, per continuare a guidarla sulla strada del successo”. General Motors ha confermato “piena fiducia e appoggio” al presidente.