OPA MONTEDISON: POTERE EDF RIDOTTO

13 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

L’assemblea straordinaria degli azionisti di Italenergia ha deliberato la conversione in azioni privilegiate della quota di partecipazione Electricite’ de France (Edf) nel capitale di Italenergia per la parte eccedente il 2%.

In sostanza Edf, che deteneva il 18% del capitale ordinario, adesso ha un diritto di voto in assemblea ordinaria pari al 2%. Il restante 16% è in azioni privilegiate con diritto di voto limitato alle assemblee straordinarie.

Ieri, Italenergia ha deliberato anche l’aumento di capitale per €190 milioni riservato a Fiat Avio, che in cambio conferirà l’intero comparto engergetico di Fiat.

Questa operazione serve affinché Edf rientri nei limiti indicati dal decreto emesso dal governo Amato, in occasione dell’ingresso del colosso francese nel settore dell’energia.

In sostanza Fiat non avrà esborsi e avrà la possibilità di entrare nel ricco business dell’energia italiana, mentre il colosso Edf avrà pagato a caro prezzo l’ingresso nel mercato italiano dell’energia.

Inoltre, questa mattina il presidente di Edf, Francois Roussely si è incontrato con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, al quale ha illustrato gli obiettivi della società.

Edf ha detto che punta al 20% del mercato dell’energia italiano e al 10% di quello del gas, secondo Radiocor.

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


Terremoto a piazza Affari