OBAMA: PEGGIO DELLA CRISI PASSATO, MA ANCORA DANNI

28 Gennaio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Il presidente statunitense Barack Obama ha dichiarato, a proposito dell’economia americana, che se “il peggio della tempesta è alle spalle, i danni sono ancora qui”.

Nel corso dello Stato dell’Unione, Obama ha osservato: “Un americano su dieci continua a non trovare lavoro. Molti negozi hanno dovuto mettere la chiave sotto la porta. I prezzi delle case sono scesi. Per questi americani e per molti altri, il cambiamento non è stato abbastanza rapido”.

Per questo motivo “l’occupazione deve essere il nostro primo centro di interesse nel 2010 ed è la ragione per la quale questa sera chiedo una nuova legge per l’occupazione. Propongo che prendiamo 30 miliardi di dollari dai fondi rimborsati dalle banche di Wall Street e che li utilizziamo per aiutare le banche locali a fornire alle piccole imprese il credito di cui hanno bisogno per restare a galla”, ha aggiunto Obama.