Obama: “Asia una priorità”

17 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Canberra – In una delle sue dichiarazioni più importanti in materia di politica estera, il Presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama, sottolinea l’importanza cruciale della regione Asia confermando la presenza militare Usa nel territorio. Presenza che non verrà colpita dai tagli di bilancio previsti e che non risentirà della spaventosa avanzata militare ed economica della Cina.

Parlando al Parlamento australiano a Canberra, Obama ha comunque confermato l’intenzione di una maggiore cooperazione con Pechino.

Le sue parole giungono dopo che nella giornata di ieri è stata annunciata formalmente una base militare Usa dal prossimo anno a Darwin, nel nord dell’Australia. La nuova piattaforma di intervento per il mare a sud della Cina vedrà impegnati marines, aeronautica e navale.

Sarebbero in fase di studio tagli al Pentagono per circa $450 miliardi per i prossimi 10 anni, ma Obama ha confermato che l’Asia non verrà colpita. “I tagli alla difesa Usa non colpiranno, ripeto, non verranno effettuati alle spese dell’Asia-Pacifico. Preserveremo la nostra capacità unica di mantenere la pace”.