Obama ai giovani: “deficit insostenibile, tagli inevitabili”

21 Aprile 2011, di Redazione Wall Street Italia

Palo Alto (California) – Dal quartier generale di Facebook, Barack Obama si e’ rivolto ai giovani, decisivi per la sua elezione nel 2008, invitandoli a “raddoppiare” nel 2012, e ha avvertito che la situazione di bilancio americana e’ “insostenibile”. I tagli sono inevitabili, ha spiegato, ma vanno fatti con lo “scalpello” non con il “machete”, altrimenti si rischia una nuova recessione. Poi ha fatto capire che alla fine del 2012 non rinnovera’ gli sgravi fiscali per i piu’ ricchi: “Sia io che te dobbiamo prepararci a pagare piu’ tasse”, ha affermato Obama rivolgendosi al fondatore del social network, Mark Zuckerberg, il fondatore del social network, “lo so che per te non e’ un problema”.

Ma l’appello piu’ importante Obama lo ha riservato ai giovani, soprattutto ai nuovi elettori: “Non diventate cinici e frustrati verso la nostra democrazia”, ha affermato il presidente americano chiudendo una sessione di domande e risposte dal web e dal pubblico, anche “se Dio sa se lo e’ frustrante”. Il titolare della Casa Bianca, scivolato sotto il 50% di gradimento in molti sondaggi, ha elencato i successi della sua presidenza, a partire dalla riforma sanitaria e dall’aver nominato due donne nella Corte suprema.

Ma ha aggiunto di non poter cambiare il Paese da solo: “Accadra’ solo se tutti voi rimarrete impegnati”. Fin dall’inizio, Obama ha cercato di distendere l’atmosfera: “Il mio nome e’ Barack Obama e sono quello che e’ riuscito a far mettere giacca e cravatta a Mark Zuckerberg”, ha esordito nel quartier generale di Palo Alto del social network forte di 600 milioni di utenti.

Sul fronte dell’economia, Obama ha insistito sulla necessita’ di far ripartire il settore immobiliare perche’ cosi’ “la gente avra’ piu’ fiducia”. “E’ ancora dura ma in alcune aree del paese la situazione sta migliorando anche se l’economia non cresce rapidamente come vorremmo”.