Società

NVIDIA: VOLANO UTILI E VENDITE, MA LA SEC INDAGA

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

NVIDIA (NVDA – Nyse), azienda del settore semiconduttori, specializzata soprattutto nella produzione di chips per la grafica dei PC (schede video), ha registrato nel quarto trimestre fiscale un utile netto di $75,5 milioni, o 43 centesimi per azione, in crescita del 134,7% rispetto ai $31,1 milioni, o 19 centesimi per azione, dell’analogo periodo dell’anno scorso.

A livello pro forma l’utile è stato di $75,5 milioni, o 43 centesimi per azione, battendo ampiamente le aspettative degli analisti, che, sulle stesse basi, avevano previsto un utile di 34 centesimi per azione.

Bene anche le vendite, che su base annuale sono salite del 129,4%, mentre, a livello sequenziale, la crescita è stata del 35%. In particolare il fatturato è stato di $499,9 milioni, contro i $444,56 milioni delle stime di consensus di Multex e i $218 milioni del quarto trimestre dell’anno scorso (terminato a fine gennaio).

Per l’esercizio 2003 (cioè quello che si concluderà a fine gennaio 2003), NVIDIA prevede che gli utili si attesteranno tra $1,70 e $1,75 per azione, e le vendite tra $2,3 e $2,5 miliardi.

Entrambi i dati superano ampiamente le attuali stime di consensus di Thomson Financial/First Call e di Multex, che sono di un utile di $1,42 per azione e di un fatturato di $1,94-$1,98 miliardi.

Le vendite, sostiene la società, dovrebbero crescere del 7-8% di tre mesi in tre mesi. Ciò significa che nel trimestre in corso si dovrebbero attestare a circa $538 milioni. Le stime di Multex sono di $460 milioni.

Sulla società, però, è stata aperta un’indagine da parte della SEC (l’organo di controllo della borsa americana), su alcune riserve contabilizzate nel quarto trimestre 2000 e nel primo trimestre 2001.

Sotto inchiesta anche alcuni costi relativi al primo trimestre 2001, ma contabilizzati nel secondo e terzo trimestre di quell’anno e alcune possibili operazioni di insider trading, messe in atto da dipendenti con incarichi non dirigenziali.

Le preoccupazioni per l’indagine dell’organo di controllo della borsa americana sembrano pesare, in questo momento, molto di più dei brillanti dati registrati dalla società, con il titolo che sta affondando nell’after hours.

Per Eric Rothdeutsch, analista presso la banca d’investimento Robertson Stephens, ha detto che “i dati pubblicati da NVIDIA al momento non contano”.

I problemi con la SEC devono essere risolti rapidamente.