NUOVO VIRUS ATTACCA
I COMPUTER PORTATILI PALM

23 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il primo virus che attacca i computerini palmari e’ stato scoperto oggi negli Stati Uniti. Si chiama Phage, ed e’ stato individuato in un piccolo ‘file’ degli organizzatori portatili di Palm (PALM), la societa’ leader del settore, il cui titolo e’ quotato al Nasdaq.

Il virus, che distrugge rapidamente la capacita’ di funzionare del computer palmare, non sembra pero’ si sia ancora diffuso in modo preoccupante, secondo gli esperti.

Tuttavia e’ possibile che il codice infetto possa trasmettersi dai Palm ad altri computer desk top attraverso i programmi di scrittura, secondo alcuni analisti. Sembra inoltre, stando alle prime informazioni, che il virus sia in grado da un passaggio all’altro di cambiare aspetto, il che lo renderebbe difficilmente riconoscibile.

”E’ il primo virus in assoluto che attacca il computerini palmari, noti anche come PDA (Personal Digital Assistant) e con cio’ intendiamo un virus che ha la facolta’ di trasmettersi ulteriormente”, ha detto alle agenzie di stampa Mikko Hermanni Hypponen, direttore dell’ufficio studi anti-virus della finlandese F-Secure Corp.

Altri tipi di files, chiamati in gergo ”cavalli di Troia”, hanno gia’ infettato in passato gli organizzatori palmari; ma al contrario dei virus non erano mai stati in grado di diffondersi.

Secondo Hypponen Phage si cela dietro programmi di gioco o arriva con immagini pornografiche ‘hard core’ che girano nelle chatrooms e nelle newsroom su internet.