NUOVO MERCATO: FREEDOMLAND RIAMMESSA A €9,61

20 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

Freedomland rientra in contrattazione a €9,61 (+17,31%)

Il titolo non riusciva a fare prezzo dal primo pomeriggio di mercoledì, in seguito alla notizia del rinnovo del Consiglio d’Amministrazione e dopo la notizia delle dimissioni di Luigi Guatri da presidente della società milanese.

L’assemblea di Freedomland rinnoverà l’intero cda e dovrà integrare il collegio sindacale, sostituendo due dei membri dimissionari. Lo scorso luglio sei dei sette componenti del consiglio hanno messo a disposizione il proprio mandato nelle mani del custode giudiziario Edoardo Ricci. L’unico a non rimettere il mandato è stato l’amministratore delegato Aldo Iacono.