Nuovo Bing di Microsoft: in confronto Facebook sembra anti-social

11 Maggio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Prima di andare al cinema si chiede sempre un consiglio agli amici che hanno gia’ visto il film o si consultano le recensioni in rete o sulle riviste specializzate. Ebbene, da oggi anche la ricerca in rete non sara’ piu’ un’attivita’ individuale, diventando invece consultiva.

Almeno cosi’ sara su Bing, che fara’ apparire Facebook ‘anti-social’. Con la nuova versione dell’anti Google, Microsoft ha deciso di puntare sulla condivisione e la partecipazione degl utentim servendosi dei dati delle piattaforme di social network come Facebook, Twitter, Google Plus e LinkedIn per offrire consigli agli utenti.

Una nuova barra di navigazione permettera’ infatti di mettersi in contatto con i propri amici e altre persone entusiaste, che condividono gli stessi interessi, per avere suggerimenti.

L’idea e’ semplice e si basa sul fatto che il “90% della gente si consulta con un amico o un esperto della materia prima di prendere una decisione”.

L’obiettivo di Microsoft e’ fare molto meglio. Per questo valeva prendere dei rischi.

Dal giorno del suo lancio Bing ha conquistato il 15% della quota del mercato Usa, ma Google e’ ancora nettamente distanziato, con una fetta del 66%.

Il nuovo servizio sembra pero’ andare nella giusta strada, secondo gli analisti, offrendo una categorizzazione dei risultati in una colonna sulla destra, che prevede anche una funzione battezzata “Amici che potresti conoscere”. Si tratta di un elenco di conoscenti, amici e non che avviene in base agli interessi e le pagine visitate dagli utenti.