Nuovi stress test: necessari €275 mld per dozzine di banche Ue

12 Ottobre 2011, di Redazione Wall Street Italia

(in aggiornamento)

Roma – All’indomani delle indiscrezioni sulla richiesta di stress test interni da parte dell’Eba, l’autorità bancaria europea – che non sarebbero superati tra l’altro da 48 istituti – il Financial Times “ufficializza” i rumor. Il quotidiano finanziario britannico, infatti, riporta che il consiglio dei supervisori dell’Eba (European Banking Authority) ha approvato in linea di principio che le banche dovrebbero alzare il Core Tier 1 al 9%, dunque ben al di sopra delle attese delle stesse banche e degli analisti.

I funzionari hanno però avvertito che la soglia del 9% è già oggetto di dibattiti nei paesi dell’Eurozona e a Bruxelles. Intanto Morgan Stanley, continua il Financial Times, afferma che se la soglia venisse approvata, dozzine di banche sarebbero costrette a dover raccogliere capitali per €275 miliardi.

La decisione finale non sarà presa fino a quando i ministri delle finanze dell’Unione europea si riuniranno nel prossimo meeting del 23 ottobre.

***************************************
(Reuters Italia)
Francoforte/Londra – L’Eba, l’autorità bancaria europea, ha chiesto alle banche di raggiungere posizioni patrimoniali più solide nell’ambito di un controllo rapido – una sorta di stress test interni – e gli istituti potrebbero aver bisogno di circa 100 miliardi di euro. Lo dicono alcune fonti bancarie e delle istituzioni di controllo.

Secondo due fonti bancarie, l’Eba chiede che le banche abbiano un Core Tier 1 minimo del 7% in uno scenario di recessione e a quelle che non riusciranno a raggiungere questo obiettivo verrà chiesto di rafforzare il patrimonio. Non è chiaro se il coefficiente viene definito in base alle nuove regole di Basilea 3 o a quelle meno severe, note come Basilea 2,5, dicono le fonti.

I dati – basati alla fine di giugno – sono stati richiesti venerdì e le banche hanno tempo fino al termine della giornata odierna, secondo tre fonti.”Un numero significativo di banche dovrebbe fallire lo stress test”, dice una delle fonti.

Lo stress test condotto questa estate su 90 banche è stato criticato in quanto non abbastanza severo. La richiesta minima di capitale ‘core’ era fissata al 5% e non teneva conto delle perdite consistenti sui titoli di stato greci e di altri paesi.

Con l’attuale stress test, invece, si chiede di valutare il debito dei paesi periferici della zona euro in portafoglio ai prezzi di mercato. Secondo i dati di Reuters Breakingviews, circa 48 banche dovrebbero fallire il test e avrebbero necessità per 99 miliardi di euro.

L’Eba ha dichiarato che sta raccogliendo dati aggiornati sulla situazione patrimoniale delle banche e sull’esposizione ai debiti sovrani, insieme alle autorità di vigilanza nazionali, e che il processo è in linea con le proposte lanciate a seguito degli stress test di questa estate.

*************************
(Agi)
Intanto il presidente della Commissione Europea, Jose’ Manuel Barroso, presentera’ oggi alcune proposte sulla ricapitalizzazione delle banche europee. Lo ha annunciato lo stesso Barroso nel corso di una conferenza stampa a L’Aia seguita all’incontro con il primo ministro olandese Mark Rutte. “Domani alla Commissione faro’ delle proposte su alcuni temi” ha detto, citando “la ricapitalizzazione delle banche europee”.