Nuova sconfitta per Merkel. Persa Berlino, dove sorprendono i Pirati

19 Settembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Siena – Tassi di interesse: in area Euro i tassi di mercato sono scesi su tutta la curva governativa e swap. In calo anche gli spread sui paesi periferici.

La giornata di venerdì è stata caratterizzata dall’attesa per la decisione di Moody’s sul rating italiano e dalle indiscrezioni provenienti dalla riunione informale dell’Ecofin (iniziata venerdì e terminata sabato) a cui ha partecipato anche il segretario al Tesoro Usa, Geithner. A fine sessione Moody’s ha deciso di rimandare ad ottobre la decisione sul rating italiano.

Per quanto riguarda l’Ecofin, i ministri delle finanze europei hanno raggiunto un accordo sul testo finale della riforma del Patto di stabilità, che riguarda sei progetti legislativi che dovrebbero rafforzare la sorveglianza sul debito ed introdurre un monitoraggio preventivo degli squilibri economici.

Sul fondo Efsf i ministri non hanno né approvato né respinto la proposta avanzata da Geithner sull’indebitamento del fondo.

Nessun accordo è stato raggiunto sulla questione del collaterale richiesto dalla Finlandia in cambio della sua partecipazione al secondo salvataggio greco.

E’ stata inoltre rinviata ad ottobre anche la decisione sull’erogazione dell’ulteriore tranche 8Mld€ del piano di aiuti alla Grecia. La data chiave è la prossima riunione dei ministri finanziari dell’area Euro del 3 ottobre. Nel frattempo oggi vi sarà un incontro in teleconferenza tra esponenti dell’unione europea, del Fmi ed il ministro delle finanze greco.

Secondo quanto riportato dal Wsj e dalla Reuters, la Troika ha presentato una lista di 15 misure da implementare come condizione necessaria al rilascio della tranche.

Ieri la coalizione della Merkel ha registrato una nuova sconfitta nelle elezioni di Berlino, determinata dalla forte perdita di consensi del partito alleato FDP (sceso al 2% ossia ben al di sotto dello sbarramento del 5%), malgrado l’incremento registrato dalla CDU, partito della Cancelliera. L’Spd si è infatti confermato alla guida della città-stato, nonostante abbia registrato una lieve perdita dei consensi a favore del partito dei verdi, suoi possibili alleati, e del nuovo partito, il Pirantenpartei, gruppo giovanile nato come movimento per la libertà su Internet, che ha conquistato oltre l’8%.

Negli Usa i tassi di mercato sono calati su tutte le scadenze nonostante il buon andamento delle borse. A favorire gli acquisti di Treasury potrebbero aver contribuito le notizie in arrivo dall’Ecofin.

L’indice S&P500 è salito per il quinto giorno consecutivo guidato dalle telecom e dai servizi ai consumatori. Sul fronte macro è risultata migliore delle attese la fiducia dei consumatori calcolata dall’università del Michigan nel mese di settembre. Il Tic report ha evidenziato che a luglio la Cina ha proseguito gli acquisti di Treasury. In particolare l’incremento mensile è stato dello 0,7%, il maggiore dallo scorso ottobre, portando l’ammontare totale a 1.160 Mld$. Il Giappone ha aumentato i Treasury dello 0,4% mensile, portando il totale a 914,8Mld, nuovo record storico per il paese.

Il ministro del Tesoro Usa, Geithner, durante l’incontro con i ministri finanziari dell’area Euro ha richiesto urgentemente ai leader di mettere da parte le differenze per evitare “rischi catastrofici” dai mercati.

Intanto, prendendo spunto dalla proposta del celebre investitore Warren Buffett, Obama oggi potrebbe presentare un piano da 1.500Mld$ di aumento delle tasse nei prossimi 10 anni per la fascia di popolazione a più elevato reddito. Probabile su tale punto il dissenso dei repubblicani, da sempre contrari ad un incremento delle tasse.

Valute: marcato apprezzamento del dollaro vs euro. Nel frattempo i dati della Cftc hanno evidenziato che gli speculatori hanno incrementato l’ammontare delle scommesse nette che puntano ad un apprezzamento del dollaro vs euro, portandole al livello più elevato dal luglio 2010. Per oggi il supporto più vicino si colloca presso 1,3650, la resistenza a 1,38.

Inizio di settimana stabile per lo yen vs dollaro con il cross sempre al di sopra del supporto 76. Secondo Kyodo News, che cita il ministro delle politiche economiche Furukawa, il Giappone potrebbe annunciare linee guida riguardanti le misure per contrastare l’apprezzamento dello yen già domani. Oggi è festività nazionale in Giappone. Verso euro stamattina si sta assistendo ad un apprezzamento dello yen con il cross in prossimità dell’area di supporto 105. Il successivo si colloca a 103,90.

Materie Prime: venerdì giornata negativa per le materie prime ad eccezione dei metalli preziosi che hanno chiuso in rialzo. Argento (+3,4%) ed oro (+1,9%) hanno infatti registrato le performance migliori all’interno dell’indice GSCI. Tra i peggiori troviamo gli energetici guidati al ribasso dal gas naturale (-1,8%) e dal greggio Wti (-1,6%).

In calo anche i metalli industriali ad eccezione dell’alluminio (+0,3%). Negativi anche gli agricoli con lo zucchero (-6,7%) che ha registrato la peggiore performance del giorno. In base ai dati della Bce e del Fmi, finora nel 2011 le banche centrali europee sono state acquirenti netti di oro per la prima volta da oltre 20 anni.

Copyright © Servizio Market Strategy MPS Capital Services per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da MPS Capital Services ed e’ rivolto esclusivamente ad investitori istituzionali ovvero ad operatori qualificati, così come definiti nell’art. 31 del Regolamento Consob n° 11522 del 1° luglio 1998 e successive modifiche ed integrazioni. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.