NUOVA RAFFICA DI ACQUISTI SUI MERCATI AMERICANI

di Redazione Wall Street Italia
17 Ottobre 2002 22:00

Dopo un giorno di pausa, sui mercati USA tornano con prepotenza gli acquisti.

Il Nasdaq ha chiuso a 1.272,29 (+3,24%)
Il Dow Jones a 8.275,04 (+2,97%)
L’S&P 500 a 879,20 (+2,23%)

A mettere le ali ai listini sono state le buone notizie sul fronte degli utili societari comunicate tra ieri sera e stamattina. Da segnalare in particolare l’ottima trimestrale del colosso informatico IBM (IBM – Nyse), che ha battuto le stime su utili e fatturato e ha formulato previsioni confortanti per i prossimi mesi. Hanno contribuito a riportare l’ottimismo tra gli investitori anche i risultati positivi di Philip Morris (MO – Nyse), Kodak (EK – Nyse) e Advanced Micro Devices (AMD – Nyse), e, in Europa, di Nokia (NOK – Nyse) e SAP (SAP – Nyse). Cosi’ il Dow Jones ha aperto con un progresso di 250 punti, e al NYSE e’ scattato subito il blocco degli ordini automatici di acquisto, una misura per evitare gli eccessi di rialzo.

Sempre a livello societario, da segnalare l’upgrade dell’agenzia di rating S&P sul produttore di pc Dell Computer (DELL -Nasdaq). Un’altra notizia positiva sul settore dei pc arriva dalla societa’ di ricerca Dataquest, i cui ultimi dati segnalano una ripresa del mercato in Europa.

Ma non sono mancate alcune brutte notizie.
Da segnalare in particolare le trimestrali negative del retailer Sears, Roebuck and Co. (S – Nyse), che ha anche lanciato un profit warning sul 2002, e del colosso della difesa Northrop (NOC – Nyse).

A LIVELLO MACROECONOMICO:

Dei quattro dati comunicati oggi, ben tre hanno deluso le stime di mercato. Nella settimana che si e’ conclusa il 12 ottobre, le nuove richieste per i sussidi di disoccupazione sono aumentate di 22.000 unita’, tornando sopra quota 400.000, linea di demarcazione tra un mercato del lavoro in espansione e uno in recessione. Negativo anche il dato sulla produzione industriale, che a settembre ha registrato un calo dello 0,1% contro il +0,1% atteso dagli analisti. E decisamente sconfortante e’ stato l’indice Philly Fed, che anticipa lo stato dell’economia USA e che ad ottobre si e’ attestato a -13,1 punti contro i 2,3 di settembre. Ottimo invece il dato sui nuovi cantieri edili, che a settembre sono aumentati del 13,3%, a 1,843 milioni di unita’, il livello piu’ alto dal giugno 1986.

DA SEGNALARE INOLTRE:

– La banca d’affari Salomon Smith Barney ha alzato il giudizio sui mercati USA da ‘underweight’ a ‘overweight’, osservando che la ripresa stagionale non e’ finita e che i ribassi di mercoledi’ sono da considerarsi come una semplice battuta d’arresto.

– Grande attesa per le trimestrali di Microsoft (MSFT – Nasdaq) e Sun Microsystems (SUNW – Nasdaq), che saranno comunicate in serata.

Per tutti i dettagli sui titoli che hanno movimentato la seduta odierna clicca su WSI TITOLI CALDI, in INSIDER.