NUMTEL SOFFRE DATI USA, SI SALVA CARDNET

13 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Il Numtel cerca di limitare i danni. Dopo la pausa nelle contrattazioni, legata alla partita della Nazionale (al gol del Messico di Borgetti ha risposto Del Piero, Italia gli ottavi) sono ripresi gli scambi.

Gli Usa soffrono dopo i dati sconfortanti sui prezzi alla produzione e le vendite al dettaglio di maggio e i non incoraggianti dati relativi ai sussidi di disoccupazione settimanali, aumentati anche se meno delle stime.

L’apertura negativa di Wall Street ha depresso le contrattazioni sulla borsa milanese, e anche diversi titoli del listino high-tech.

E’ il caso di Tiscali, dopo l’annuncio del maxi bond, e di Cdc, che ha rilevato, attraverso la controllata Direct, le attività di Test, una società specializzata nella distribuzione di prodotti Information Technology.

Il titolo della società che si occupa di distribuzione di prodotti software è ancora sopra i minimi storici ma è debole.

Bene invece Cardnet, dopo che una fonte industriale ha annunciato che la società sta per mettere nel carniere nuove commesse per “circa €5 milioni”.

Il titolo della società che si occupa di produrre carte intelligenti (dotate di chip, come la nuova scheda di Tele+), viaggia in rialzo con volumi superiori alla media.

Pochi scambi invece per Poligrafica San Faustino. La società ha detto oggi che chiuderà il secondo trimestre 2002 in linea con il primo o con dati leggermente inferiori.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.