Novamont: riconosciuta la validità dei nostri brevetti

20 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

Venerdì 16 aprile 2010 il Tribunale di Parigi ha emesso la sentenza di primo grado nella causa promossa da Novamont contro la società tedesca Biotec e alcune società del gruppo francese Sphere, in quanto rispettivamente produttrice e distributrici di alcuni prodotti a base di amido che integravano, a detta di Novamont, la contraffazione di suoi brevetti relativi a Mater-Bi® di prima generazione.. Il Tribunale ha ritenuto pienamente validi due brevetti di Novamont e parzialmente invalido un terzo brevetto, mentre ha ritenuto non raggiunta la prova della contraffazione, senza entrare nel merito della questione, rilevando che le analisi sui campioni dei prodotti delle società convenute non erano state effettuate nel corso di un contraddittorio tecnico. Novamont accoglie con soddisfazione il fatto che suoi rilevanti brevetti siano stati considerati validi e resta convinta che la loro contraffazione sarà dichiarata quando saranno esaminati gli aspetti sostanziali della controversia. Novamont proseguirà quindi con la massima convinzione nelle azioni giudiziali contro la violazione dei suoi brevetti in particolare in quelle attualmente pendenti presso alcuni Tribunali italiani. La dottoressa Catia Bastioli, CEO di Novamont, ha dichiarato: “Questa sentenza conferma la validità e il valore della nostra proprietà intellettuale e ci incoraggia negli sforzi fatti per crearla e per proteggerla. Siamo convinti che, una volta chiariti gli aspetti formali, i nostri diritti esclusivi potranno essere fatti valere anche in Francia. Dopo il lancio dei primi prodotti in Mater-Bi® di seconda generazione, coperti da ampio patrimonio brevettuale, proseguiamo con gli investimenti per rendere industrialmente disponibile il Mater-Bi® di terza generazione.” *** Novamont SpA, partecipata da Banca Intesa San Paolo e Investitori Associati, è leader nella produzione di bioplastiche ricavate da materie prime rinnovabili di origine agricola. Con 173 dipendenti (il 30% dei quali operativo nelle aree R&S), ha destinato oltre il 10% del proprio fatturato 2009 (pari a 63,6 milioni di euro) al settore ricerca e sviluppo. Vanta una capacità produttiva complessiva di 80.000 tonnellate annue. La società detiene un portafoglio brevetti che comprende 90 famiglie brevettuali e 800 depositi internazionali. Ha sede a Novara e stabilimenti produttivi a Terni. È presente direttamente o attraverso distributori in Germania, Francia, Benelux, Scandinavia, Danimarca, Regno Unito, Stati Uniti, Cina, Giappone, Australia e Nuova Zelanda.

Contatti stampa Novamont:Carl Byoir & Associates – 02.3314593Francesca De Sanctis – fdesanctis@carlbyoir.comSabina Lenaz – slenaz@carlbyoir.com