Nonni welfare d’Italia: senza loro aiuto sistema farebbe crac

7 Settembre 2018, di Alessandra Caparello

I nonni sono il vero welfare italiano. Lo sostiene un sondaggio intitolato “I Senior di oggi in Europa. Sentirsi utili per invecchiare bene” condotto dalla società di ricerca Ipsos per la Fondazione Korian da cui emerge che il 40% dei nonni italiani aiuta economicamente figli e nipoti ad andare avanti, una percentuale molto più elevata della media europea, ferma al 24 per cento.

I nostri anziani sono in grado di aiutare però perché formichine, ossia in grado di risparmiare più dei loro colleghi europei, il 54% contro il 47% dei tedeschi, il 44% dei francesi e il 41% dei belgi. Non solo aiuto economico ma i nonni dispensano consigli a figli e nipoti (44% contro la media europea del 27%), si tengono aggiornati sulle innovazioni (39% vs 42% europeo) e badano ai nipoti (35% vs 28%). E non finisce qui: aiutano nel disbrigo delle incombenze domestiche (25% vs 15%), ospitano i familiari durante le vacanze (19% vs 17%), propongono e organizzano le riunioni di famiglia (22% vs 19%). Ecco il commento di Mariuccia Rossini, Presidente del Gruppo Korian in Italia.

“I risultati del sondaggio Ipsos ci mostrano quanto sia centrale il ruolo dei Senior italiani nel vissuto familiare e nel tessuto sociale ed economico del nostro Paese. Tuttavia l’indagine rivela che i senior italiani sono i meno numerosi a sentirsi cittadini di pieno diritto rispetto ai coetanei europei e questo dato è una spia importante perché evidenzia che ci sono ancora ampie aree di intervento per migliorare la qualità di vita dei nostri over 65, sia con migliori misure di assistenza sia con progetti di coinvolgimento professionale e sociale”.