NON RESTA CHE GIOCARE: SPOPOLA IL WIN FOR LIFE

6 Ottobre 2009, di Redazione Wall Street Italia

E’ stato subito boom di giocate con il Win for Life, il nuovo gioco numerico a totalizzatore che ha visto il via esattamente una settimana fa. Oltre 52 milioni di euro raccolti, quasi 33,9 milioni andati a montepremi e circa 12 milioni destinati all’erario e che verranno tutti devoluti per la ricostruzione delle zone colpite dal terremoto in Abruzzo.

Questi gli straordinari ‘numeri’ – rende noto l’Agicos – del gioco targato Sisal che ha quindi viaggiato con incassi medi giornalieri per oltre 7,4 milioni di euro. Il giorno piu’ ‘ricco’ e’ stato sabato 3 ottobre, che ha raccolto giocate per circa 11,2 milioni. Al contrario, domenica 4, giorno nel quale le ricevitorie sono chiuse e quindi la raccolta e’ sicuramente ridotta, si sono registrati incassi per “soli” 3,7 milioni di euro. Se puo’ interessarti, in borsa si puo’ guadagnare con titoli aggressivi in fase di continuazione del rialzo e difensivi in caso di volatilita’ e calo degli indici, basta accedere alla sezione INSIDER. Se non sei abbonato, fallo ora: costa solo 76 centesimi al giorno, provalo ora!

Le giocate per Win For Life iniziano la mattina presto. La prima estrazione e’ infatti prevista alle 8, per continuare ogni ora fino alle 20. Analizzando gli incassi dei singoli concorsi, in questa prima settimana di vita del nuovo gioco si nota che gli orari piu’ ‘deboli’ sono proprio quelli della fascia mattutina. Successivamente, la raccolta aumenta gradualmente, arrestandosi poi durante la pausa pranzo, vale a dire per i concorsi delle 14, delle 15 e delle 16.

Il picco delle giocate – rileva ancora l’Agicos – arriva poi con i concorsi preserali. Infatti nei quattro concorsi (uno ogni ora) dalle 17 alle 20 la media di raccolta, riferita sempre nella prima settimana di vita di Win For Life, non si e’ mai abbassata oltre i 620mila euro, arrivando a sfiorare i 900mila euro di incassi medi per il concorso delle ore 19. Da notare che, fino ad oggi, il concorso nel quale si e’ puntato di piu’ e’ stato proprio quello delle 19, registrato sabato scorso.

Quanto ai premi, nei primi 7 giorni dall’avvio del nuovo gioco numerico a totalizzatore ben 20 i premi ventennali distribuiti, dei quali 13 da 4.000 euro al mese, 4 da 2.000 euro e 3 da 1.333 euro ciascuno. E la dea bendata sembra per ora aver scelto il Nord come area preferita per questo gioco. Dei 20 premi maggiori distribuiti, ben 9 sono andati a finire nelle regioni del nord, 7 al sud e solo 4 al centro. Particolare anche il fatto che nella maggioranza dei casi, i vitalizi sono andati a finire in piccoli comuni. Due esempi su tutti: le prime due vincite ventennali finite rispettivamente a Porcia, in provincia di Pordenone, ed a Verres, in provincia di Aosta.