Nike delinea strategia globale per la creazione di un’attività economica più sostenibile

22 Gennaio 2010, di Redazione Wall Street Italia

NIKE, Inc. (NYSE : NKE) ha pubblicato oggi il proprio rapporto sulla Responsabilità aziendale (Corporate Responsibility, CR) per gli esercizi dal 2007 al 2009, che delinea l’evoluzione futura della propria strategia CR da un modello di gestione del rischio, filantropico e di conformità a una strategia a lungo termine centrata sull’innovazione, la collaborazione, la trasparenza e il sostegno per preparare la società a prosperare in un’economia sostenibile. L’accresciuta attenzione della società verso le attività sostenibili e l’innovazione (SB&I) sarà integrata in maniera sempre più fluida nelle strategie aziendali di Nike, creando un approccio più sostenibile mirato a fornire maggiori profitti alle sue attività, comunità, lavoratori in fabbrica, consumatori e al pianeta intero. Il rapporto specifica anche i progressi sugli obbiettivi quinquennali CR di Nike e fornisce una panoramica esaustiva dei propri sforzi nella CR nell’ultimo triennio. “La sostenibilità è un fattore chiave per la crescita e l’innovazione di Nike,” ha dichiarato Mark Parker, Presidente e CEO di NIKE, Inc. “Rendere la nostra attività più sostenibile sarà di beneficio ai nostri consumatori che pretendono prodotti ed esperienze a basso impatto aziendale, ai dipendenti delle fabbriche che beneficeranno da una produzione più sostenibile e ai nostri dipendenti ed azionisti che saranno ricompensati da una società che è preparata per il futuro.” Riconoscendo l’importanza della riduzione dell’uso di risorse naturali e l’esigenza di passare a un’economia a bassa emissione di carbonio, Nike utilizza questo rapporto anche per condividere la visione di un modello aziendale a ciclo chiuso in cui l’obiettivo sia quello di raggiungere lo spreco zero nella catena delle forniture e avere prodotti e materiali che possano essere continuamente riutilizzati – senza spreco pre- o post- consumatore. Questa visione è destinata a fare da guida a processi e modelli aziendali innovativi e sostenibili. “Il collegamento fra sostenibilità e Nike come società in crescita non è mai stato più chiaro,” ha dichiarato Hannah Jones, Vicepresidente, SB&I. “Vi sono gravi potenziali contraccolpi in termini di modifiche sociali, ambientali ed economiche sulle forze lavoro, lo sport giovanile, le catene di forniture e i prodotti. Ciò dà a Nike l’opportunità di utilizzare il potere di innovazione e l’impegno alla trasparenza e alla collaborazione per affrontare queste complesse questioni.” Il rapporto annuncia progressi rispetto agli obbiettivi quinquennali stabiliti da Nike nel 2007. La società ha realizzato validi progressi su molti fronti, come l’implementazione della formazione in Lean and Human Resource Management nelle fabbriche in appalto e la riduzione degli scarti e dei prodotti tossici e l’incremento dell’uso dei materiali eco-compatibili tramite prodotti dalla prestazione Considered Design. Il rapporto specifica anche in quali punti restano più difficoltosi i progressi rispetto ad altri obiettivi, come la gestione dello straordinario nelle fabbriche in appalto. Nike ha anche rivisto o chiarito obiettivi in alcuni casi per una migliore comprensione delle criticità del problema o per un cambiamento di strategia. Il rapporto CR delinea alcune importanti iniziative per la società, tra cui: 1. Considered Design Il Considered Design combina i principi di sostenibilità e i prodotti dalle prestazioni innovative per gli atleti, riducendo o eliminando le sostanze tossiche e gli scarti e aumentando l’uso di materiali eco-compatibili. 2. GreenXchange (GX) GX è un mercato su base web concepito per condividere la proprietà intellettuale che può condurre a nuovi modelli aziendali di sostenibilità e innovazione. È un sistema per la raccolta, condivisione e la licenza di brevetti che, se vengono usati da altri, potrebbero condurre a un’innovazione illimitata nel contribuire a risolvere ostacoli attuali ai problemi di sostenibilità. Rendendo la proprietà intellettuale visibile ed utilizzabile, lo scopo è di accelerare lo sviluppo dell’innovazione verde. 3. Lean and Human Resource Management (HRM) Nike lavora con fabbriche in appalto per formarle nella realizzazione di produzione snella specializzata e gestione delle risorse umane (HRM). I principi “lean” avvicinano il processo decisionale al lavoratore, tramite la costruzione di capacità, il lavoro di squadra e la comprensione della qualità sulla quantità. HRM costruisce la capacità manageriale della fabbrica, aiutando a valorizzare una forza lavoro capace. Anche se è solo un aspetto del lavoro di Nike con le fabbriche in appalto, è un pilastro importante della strategia di Nike per costruire una catena delle forniture più snella, più verde, più capace ed equa. 4. Lo sport per il cambiamento sociale Nike ha potenziato la propria strategia di utilizzo dello sport come potente movimento per il cambiamento sociale. Lo sport è sottovalutato nella sua capacità di creare reti di imprenditori sociali e innovatori della comunità e nella sua abilità di spingere il cambiamento positivo sociale, economico e culturale. Un grande esempio di programma al quale Nike partecipa è il Grassroot Soccer in Africa. È un programma di comunità che affronta direttamente un’esigenza sociale pressante tramite la sensibilizzazione e l’informazione su HIV/AIDS consentendo ai giovani di prendere decisioni informate, usando lo sport come catalizzatore per coinvolgere ragazzi e ragazze e comunicare con loro. 5. Strategia per l’energia e per il cambiamento climatico Nel 2009, Nike ha studiato la formazione di una nuova coalizione di società al consumo chiamata Business for Innovative Climate and Energy Policy (BICEP), che si schiera a favore di una forte legislazione sul clima e sull’energia negli USA allo scopo di creare una competizione ad armi pari tramite un costo sul carbone e sbloccando l’innovazione che è essenziale per la creazione di soluzioni tecnologiche ed infrastrutturali. Nike ambisce ad essere sulla cresta dell’onda in fatto di normativa obbligatoria, aumenti del prezzo dell’energia e volatilità e pressione dei consumatori. Inoltre, nel 2008, Nike ha lanciato un programma di efficienza per le calzature con cinque produttori in appalto. L’impegno di Nike nel collaborare a questo progetto ha mostrato ottimi risultati precoci: la presenza assoluta di CO2 è scesa del 6 per cento, nonostante un aumento della produzione pari al 9 per cento. Il rapporto Nike sulla responsabilità aziendale, disponibile online all’indirizzo nikeresponsibility.com, fornisce maggiori dettagli sui progressi rispetto agli obbiettivi e offre una disamina esaustiva degli sforzi della società per gli esercizi 2007, 2008 e 2009. Informazioni su NIKE, Inc. NIKE, Inc., la cui sede generale è ubicata nei pressi di Beaverton, Oregon, è la più importante società del mondo impegnata nella progettazione, commercializzazione e distribuzione di calzature atletiche, capi di abbigliamento e accessori autentici per un’ampia gamma di sport e attività fisiche. Tra le consociate interamente controllate di Nike compaiono Cole Haan, che crea, commercializza e distribuisce calzature, borsette, accessori e soprabiti di lusso; Converse Inc., che progetta, commercializza e distribuisce calzature, capi di abbigliamento e accessori per l’atletica; Hurley International LLC, che progetta, commercializza e distribuisce calzature sportive e per i giovani, capi di abbigliamento e accessori e Umbro Ltd., un importante marchio del Regno Unito per il gioco del calcio. Per ulteriori informazioni si prega di visitare il sito Web all’indirizzo www.nikebiz.com. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

NikeLinea per i media, 212-367-4447