Wall Street: futures accelerano al ribasso con timori Ucraina, petrolio +7%. Il mondo teme caduta Kiev

1 Marzo 2022, di Redazione Wall Street Italia

Forte peggioramento dell’azionario globale, con i futures sul Dow Jones che perdono 256 punti (-0,76%), a 33.584 punti, i futures sullo S&P 500 che arretrano dello 0,74% a 4.335 punti e i futures sul Nasdaq che fanno -0,84% a 14.113 punti.

I satelliti riportano le immagini di un lungo convoglio militare di veicoli militari russi lungo 65 km che si starebbe dirigendo verso la capitale dell’Ucraina Kiev.

Aumentano i timori che Kiev possa cadere nelle mani delle forze di Vladimir Putin.

Focus sul petrolio, con il WTI che vola al nuovo record degli ultimi sette anni oltre quota $101 al barile, con un balzo del 7%.

Il contratto, scambiato a New York, aveva superato quota $100 per la prima volta lo scorso 24 febbraio, giorno dell’annuncio dell’attacco della Russia di Vladimir Putin all’Ucraina.

Oggi le quotazioni hanno testato un nuovo record, dal luglio del 2014.

Il Brent è balzato fino a +6,3% a $104,16 al barile, dopo che la scorsa settimana era salito fino a $105,79, al valore più alto dal 2014.