Vivendi: quota Bolloré supera il 20% del capitale

10 Ottobre 2016, di Alessandra Caparello

PARIGI (WSI) – La presenza di Vincent Bolloré nel gruppo Vivendi si fa più forte, superando le soglie del 20% del capitale e dei diritti di voto.

Tenendo conto del diritto di voto doppio da ottenere entro aprile 2017, Vincent Bolloré – come precisa un comunicato della stessa società – dovrebbe detenere a quella data circa il 29% dei diritti di voto di Vivendi.

“Le operazioni testimoniano la fiducia nella capacità di sviluppo di Vivendi e l’intenzione del gruppo Bolloré di restare azionista a lungo termine”.