USA: messo a punto il super algoritmo che fa comunicare i dispositivi tra di loro

29 Maggio 2018, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – Sarà un super algoritmo a gestire l’Internet delle cose per il 2020 permettendo ai dispositivi di comunicare direttamente fra loro, senza passare per i ripetitori.

A metterlo a punto il gruppo dell’americana Tufts University e ne parla  il coordinatore della ricerca, Usman Khan sulla rivista ‘Proceedings of the IEEE’.

“In un mondo in cui tutti gli oggetti, dagli elettrodomestici, alle automobili, ai pc saranno connessi fra loro, sarà cruciale conoscere la posizione precisa di tutti i dispositivi e permettere loro velocemente di riconoscersi e scambiarsi informazioni. Questo impone lo sviluppo di nuovi sistemi che permettano di localizzare gli oggetti e farli comunicare. (…) Il super algoritmo evita tutti questi problemi perché permette ai dispositivi di comunicare direttamente fra loro, evitando di passare per le ancore. In pratica i dispositivi misurano la loro posizione l’uno rispetto all’altro, piuttosto che fare riferimento ai ripetitori”.