Unipol: utile netto a 2 miliardi e dividendi per 600 milioni nel piano 2021

10 Maggio 2019, di Mariangela Tessa

Utile netto cumulato per 2 miliardi di euro, dividendi complessivi a 600 milioni di euro, Solvency Ratio tra il 140%-160%. Non solo. Raccolta danni per 8,7 miliardi di euro (+750 milioni di euro rispetto al 2018) e una raccolta vita di 5 miliardi (+750 milioni di euro rispetto al 2018).

Sono questi i principali obiettivi finanziari e industriali del piano strategico 2019-2021 di Unipol (denominato Mission Evolve-Always one step ahead) approvato ieri dal cda presieduto da Pierluigi Stefanini e comunicati stamani prima dell’avvio delle contrattazioni di borsa.

Nel primo trimestre 2019, il gruppo assicurativo ha raggiunto un utile netto consolidato pari a 171 milioni di euro, in significativa crescita rispetto al risultato normalizzato e a perimetro omogeneo di 144 milioni del corrispondente periodo dell’esercizio precedente.

La raccolta diretta assicurativa, al lordo delle cessioni in riassicurazione, si è attestata a 3,32 miliardi (+0,9%): escludendo nel trimestre 2018 la raccolta di Popolare Vita e della sua controllata Lawrence Life, la raccolta del gruppo segna un incremento del 4,2%. Il combined ratio migliora al 93,4% mentre l’indice di solvibilità del gruppo cala al 155%.