UniCredit aggiorna i numeri su esposizioni verso BTP e altre esposizioni sovrane

27 Luglio 2022, di Redazione Wall Street Italia

UniCredit ha reso noto che, in merito alle esposizioni Sovrane detenute dal Gruppo al 30 giugno 2022, il valore di bilancio delle esposizioni della specie rappresentate da ‘titoli di debito’ ammonta a €113.046 mln (di cui €106.772 mln classificati nel portafoglio bancario), circa l’82 per cento del quale concentrato su otto Paesi tra i quali l’Italia (BTP e altri titoli di stato), con €41.213 mln, rappresenta una quota di oltre il 36 per cento sul totale complessivo. Per ciascuno di tali otto Paesi, nella tabella
successiva sono riportati, per tipologia di portafoglio, i valori contabili delle relative esposizioni al 30 giugno 2022.

In alcune note a pié pagina, UniCredit spiega che l’informativa relativa alle esposizioni Sovrane fa riferimento all’area di consolidamento della Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata di UniCredit al 30 giugno
2022, che è determinata in base agli standard IAS/IFRS.

Per esposizioni Sovrane si intendono i titoli obbligazionari emessi dai governi centrali e locali e dagli enti governativi nonché i prestiti erogati agli stessi.

Ai fini della presente esposizione di rischio sono escluse invece le posizioni detenute dalle società del Gruppo classificate tra le ‘attività in via di dismissione’ al 30 giugno 2022; le eventuali posizioni detenute tramite ABS.

Ancora, il cosiddetto portafoglio bancario include le Attività finanziarie designate al fair value, quelle obbligatoriamente valutate al fair value, quelle valutate al fair value con impatto sulla redditività complessiva e quelle valutate al costo ammortizzato.

Gli otto paesi su cui si concentrano le esposizioni sovrane di UniCredit sono Italia; Spagna, Giappone, Germania, Stati Uniti d’America, Austria, Francia, Romania.