Ucraina-Russia: dieci modi in cui la guerra cambierà il mondo

23 Marzo 2022, di Redazione Wall Street Italia

La guerra in Ucraina cambierà il mondo e una recente ricerca di The Economist individua dieci modi in cui il conflitto avviato dai russi rimodellerà l’ordine geopolitico mondiale. La battaglia per l’Ucraina non è solo un’altra guerra regionale ma rappresenta difatti una rottura nelle relazioni Russia-Occidente che avrà profonde ripercussioni per l’Europa e il mondo. Vediamo nel dettaglio.

Come cambierà il mondo dopo la guerra in Ucraina

In primo luogo, la guerra della Russia in Ucraina porterà a una nuova divisione dell’Europa dice la ricerca. La brutale invasione della Russia mira a distruggere la sovranità dell’Ucraina e impedire che il paese possa mai entrare nella NATO o nell’UE. La Russia intende annettere almeno una parte dell’Ucraina, creando così una zona cuscinetto tra la Russia e l’Occidente che comprende anche la Bielorussia e il Kazakistan.

Secondo e terzo punto, dice la ricerca, è che la violazione della sovranità dell’Ucraina da parte della Russia segna la fine dell’ordine post guerra fredda e la guerra in Ucraina approfondirà l’alleanza strategica della Russia con la Cina. Quarto punto, dice la ricerca, è che le azioni della Russia accelereranno la biforcazione del mondo in due campi ostili, la Cina e l’Occidente già in competizione da diversi anni per stabilire il dominio nelle industrie e tecnologie del futuro e per preparare il terreno per un futuro disaccoppiamento. Quinto punto, la rinnovata attenzione alla sicurezza europea che limiterà l’inclinazione degli Stati Uniti verso l’Asia. Gli Stati Uniti si troveranno a dover concentrarsi sul contenimento di una potenza in declino (Russia), quando avrebbe voluto dedicare le sue energie a contenere la minaccia di una potenza emergente (Cina). Questa è una cattiva notizia per paesi come il Giappone, la Corea e Taiwan, che contavano su una maggiore protezione da parte degli Stati Uniti, e che saranno ancora più desiderosi di formare una coalizione di controbilanciamento contro la Cina nella regione Asia-Pacifico.

Sesto punto, la guerra in Ucraina accelererà una corsa globale agli armamenti. La fine della minaccia sovietica ha portato a un “dividendo di pace” e un declino generale nella spesa globale. Una corsa agli armamenti è ripresa negli ultimi anni, con la Cina che espande il suo arsenale nucleare e la Russia, gli Stati Uniti, il Regno Unito, la Francia e altri modernizzando i loro.  Questa corsa non ha raggiunto le dimensioni di quella tra Russia e Stati Uniti durante la guerra fredda, dato che la spesa militare statunitense è ancora più di 2,5 volte superiore a quella della Cina, ma sta accelerando. Settimo punto, la Germania che potrebbe iniziare a giocare un ruolo più assertivo nella politica di sicurezza europea. In un importante cambiamento politico, la Germania fornirà armi all’Ucraina, investirà 100 miliardi di euro nelle forze armate tedesche e aumenterà la spesa per la difesa a più del 2% del PIL, al di sopra dell’obiettivo a lungo ignorato dagli Stati membri della NATO. Ottavo punto, l’Europa sarà costretta a decidere da che parte stare nel nuovo ordine globale e nono, la sfida alla democrazia globale diventerà più pronunciata. La guerra sull’Ucraina approfondirà la divisione del mondo in campi autoritari e democratici. campi. L’invasione dell’Ucraina segna un altro momento di svolta nella discesa della Russia verso un autoritarismo vero e proprio. Infine la guerra in Ucraina incoraggerà altri e infiammerà i conflitti esistenti.