Ucraina, PayPal sospende servizi di pagamento in Russia. La lettera al governo di Kiev

7 Marzo 2022, di Redazione Wall Street Italia

PayPal ha annunciato la sospensione dei suoi servizi di pagamenti in Russia, aggiungendosi all’ormai lunga lista di società multinazionali che hanno deciso di rompere i legami con il paese, in risposta all’invasione del’Ucraina.

“In base alle circostanze attuali, stiamo sospendendo i servizi di PayPal in Russia”, ha annunciato Dan Schulman, ceo di PayPal, in una lettera inviata al governo ucraino. La lettera è stata pubblicata su Twitter dal ministro ucraino della trasformazione digitale, Mykhailo Fedorov, che ha fatto pressioni su vari colossi dell’hi-tech come Apple e Microsoft chiedendo loro di ritirarsi della Russia di Vladimir Putin. “Dunque ora è ufficiale – ha twittato Fedorov nella giornata di sabato – PayPal ha interrotto i suoi servizi in Russia, citando l’aggressione dell’Ucraina. Grazie @PayPal per il vostro sostegno!”