Ucraina, Blinken su Russia: Usa e alleati valutazione embargo petrolio e gas. Brent +10% a ridosso $140

7 Marzo 2022, di Redazione Wall Street Italia

La prospettiva di un embargo sul petrolio e sul gas della Russia da parte degli Stati Uniti e dei loro alleati scatena il rally dell’oil. Il Brent è balzato fino a un passo da $140 al barile, a $139,13 durante le contrattazioni dei mercati asiatici, al record dal luglio del 2008. Al momento scatta di quasi il 10%; il WTI avanza ora di quasi +9% a $125,87, dopo essere balzato fino a $130.50 valore più alto, anche in questo caso, dal 2008. Antony Blinken, segretario di Stato americano, ha confermato in un’intervista rilasciata alla trasmissione “State of The Union” della Cnn che gli Stati Uniti e i suoi alleati stanno considerando l’eventualità di un embargo sul petrolio e sul gas russi. “Stiamo parlando ora con i nostri partner e alleati europei per valutare un modo coordinato di mettere al bando le importazioni di petrolio russo, garantendo che ci sia ancora un’appropriata offerta di petrolio sui mercati globali – ha detto Blinken. Allo stesso tempo, la Speaker della Camera Nancy Pelosi ha scritto in una lettera ai deputati democratici Usa che la Camera dei Rappresentanti sta “valutando una forte proposta di legge” per vietare l’import di petrolio russo. Una mossa, ha aggiunto Pelosi, che “isolerebbe ulteriormente la Russia dall’economia globale”, a seguito del suo attacco all’Ucraina.