Twitter: i ricavi deludono, pesa la battaglia legale con Elon Musk

22 Luglio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Twitter, coinvolta in un’aspra battaglia legale con il fondatore di Tesla, Elon Musk, per la sua decisione di interrompere l’operazione di M&A con la piattaforma social, ha subito un calo dei ricavi per il secondo trimestre dell’anno superiore alle attese.

I ricavi per il secondo trimestre si sono attestati a 1,18 miliardi dollari rispetto ai 1,19 miliardi di dollari di un anno fa e dunque in calo dell’1% ma soprattutto abbondantemente al di sotto delle attese degli analisti di FactSet di 1,32 miliardi di dollari. La piattaforma social ha registrato perdite complessive pari a 270 milioni di dollari o 35 centesimi per azione, rispetto all’utile per azione di 8 centesimi di un anno fa.

Gli utenti attivi (Daily Active Users) sono aumentati a 237,8 milioni rispetto ai 229 milioni del primo trimestre del 2022.

La società ha in parte accusato il calo dei ricavi dei venti contrari del settore pubblicitario legati al più ampio e difficile contesto macroeconomico, nonché “l’incertezza relativa all’acquisizione in in stand-by di Twitter da parte di Elon Musk”. La società ha affermato che i costi relativi all’acquisizione sono stati di circa 33 milioni di dollari nel secondo trimestre.

Vista l’acquisizione in stand-by da parte di Musk, Twitter ha confermato il ritiro dell’outlook e i futuri obiettivi dicendo che per il momento non é in grado di fornire una guidance precisa per il prossimo trimestre, questa volta non ci sarà nemmeno la consueta conference call .

Attualmente il titolo Twitter segna un -2% nel pre-mercato in area 38,7$.