Truffa a 1500 investitori, coinvolta Health Italia: la società si dichiara estranea ai fatti

8 Ottobre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Giornata agitata quella di oggi per l’industria finanziaria italiana. C’è anche la quotazione all’Aim della società Health Italia fra gli episodi contestati agli 11 indagati cui oggi la Guardia di Finanza di Milano ha sequestrato oltre 21 milioni di euro per una presunta truffa ai danni di circa 1500 investitori. Il titolo oggi non ha fatto prezzo, con un calo teorico stimabile oltre il 30%.

La società si è subito dichiarata estranea alla vicenda: “Health Italia S.p.a., con riferimento alle notizie diffuse sugli organi di stampa nelle ultime ore relative all’indagine a carico del consigliere Massimiliano Alfieri e all’applicazione di un sequestro preventivo nei suoi confronti precisa di essere completamente estranea ai fatti a cui l’indagine si riferisce”.

Il reato contestato è l’autoriciclaggio, che ricorre quando si investe in una attività il denaro frutto di un reato commesso in precedenza dalla stessa persona che poi lo reinveste. E per la Procura si sarebbe verificato all’atto della quotazione di Health Italia nel febbraio 2017. Una vicenda dai contorni ancora sfumati, di cui bisognerà seguire gli sviluppi giudiziari per chiarirne tutti gli aspetti.