Tlc: in 5 anni -2,6 miliardi per Telecom Italia, +2,1 per Vodafone

14 Gennaio 2016, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Perdite nette nel quinquennio 2010-2014  pari a 3,1 miliardi per i sei principali operatori delle tlc in Italia. A renderlo noto un’indagine R&S Mediobanca.

A subire le perdite maggiori è stata Telecom Italia che ha visto sfumare 2,6 miliardi di euro, per le svalutazioni di intangibili e avviamenti contabilizzate nei cinque anni per circa 14 miliardi. A seguire Wind che ha perso 1,7 miliardi, 3 Italia con 410 milioni in meno, Fastweb (-334 milioni) e Tiscali (- 99 milioni). Ha realizzato utili per 2,1 miliardi di euro invece Vodafone Italia ma con intensità decrescente.

Il calo più importante nei patrimoni è quello di Wind che sul 2010 perde il 92,7%, a seguire Fastweb ( – 35,5%), e Telecom Italia che ha perso il 33,5%. L’unica a presentare un patrimonio netto negativo su tutto il periodo è stata Tiscali, mentre il patrimonio di Vodafone è l’unico che ha il segno più passando da 4 miliardi del 2010 a 4,4 miliardi nel 2014. E per gli investimenti? Quelli maggiori sono stati realizzati da Fastweb (9,4% medio), 3 Italia (8,7%) e Vodafone (8%), Valori più bassi per Telecom Italia e Tiscali, rispettivamente con il 3,9%  el’1,3%.