Tim: cda valuta manifestazione interesse non vincolante di Kkr, definiti passi successivi

14 Marzo 2022, di Redazione Wall Street Italia

Tim ha annunciato che il consiglio di amministrazione si è riunito per valutare le determinazioni di competenza e decidere i passi successivi in merito alla manifestazione ha recepito le risultanze delle analisi presentate dagli advisor finanziari in merito alla manifestazione d’interesse”, segnala la società in una nota sottolineando che “alla luce delle indicazioni preliminari degli advisor finanziari in merito alle prospettive di valorizzazione della società basate sul piano industriale 2022-2024 e sulle proiezioni fino al 2030, il consiglio ha confermato la volontà di eseguire il piano e di procedere all’esplorazione e allo sviluppo del progetto in discontinuità, attraverso la riorganizzazione delle attività del Gruppo e una possibile integrazione con Open Fiber, coltivando il negoziato con Cdp e le necessarie interlocuzioni con le autorità”.

Il board ha, inoltre, confermato la convinzione che vi sia in Tim un valore inespresso, anche in relazione alle discontinuità di cui sopra, che deve essere tenuto in debita considerazione nel valutare qualunque ‘opzione alternativa’ alla realizzazione del piano industriale.

Partendo da queste considerazioni il board di Tim “ha deliberato all’unanimità di dare mandato all’amministratore delegato, nella prospettiva di conseguire la massima valorizzazione di Tim, anche con riferimento ad eventuali altri soggetti interessati, di avviare un’interlocuzione con Kkr, formale e ulteriore rispetto a quelle già intraprese informalmente nei mesi scorsi dai consulenti”.
Tale attività, con il supporto degli advisor, avrà l’obiettivo di ottenere informazioni per valutare l’attrattività e la concretezza della potenziale offerta da un punto di vista finanziario e industriale e conseguentemente, acquisire indicazioni su eventuali elementi che ancora necessitano di approfondimenti, definendo un periodo e perimetro limitati per lo svolgimento di una due diligence di natura esclusivamente confirmatoria. “All’esito delle interlocuzioni di cui sopra, dare disponibilità a organizzare una o più management presentation per rispondere a eventuali esigenze di approfondimento”, conclude la nota.