Stellantis: indagine su Suzuki per sospetto Dieselgate, difficile ipotizzare conseguenze. Equita conferma Buy

28 Aprile 2022, di Redazione Wall Street Italia

Le autorità giudiziarie europee hanno avviato perquisizioni presso Suzuki per verificare se siano stati manipolati i dati delle emissioni dei motori diesel attraverso l’uso di software di controllo non ammessi, in pratica una coda del dieselgate che investì Volkswagen.

Nell’indagine rientrano anche Fca che ha fornito i motori e Magneti Marelli (ceduta nel 2019 da FCA ai giapponesi di Calsonic Kansel) che ha fornito la centralina che gestisce le emissioni dei motori. Entrambe le società hanno dichiarato di collaborare alle indagini, avendo già risposto in passato ad accuse simili.

“Ad oggi è difficile ipotizzare quali possano essere le conseguenze”, commentano oggi gli analisti di Equita che sul titolo Stellantis confermano il rating Buy (acquistare) con un target price a 20 euro. La notizia non preoccupa il mercato. A Piazza Affari, Stellantis segna un progresso di circa il 2% scambiando a 12,89 euro.