Russia-Ucraina: la Germania di Scholz aumenta spese militari a oltre 2% Pil. Boom titoli difesa in Borsa: Leonardo +13%, Rheinmetall +48%

28 Febbraio 2022, di Redazione Wall Street Italia

La decisione della Germania di Olaf Scholz di incrementare le spese miltari del paese scatena il rally in Borsa dei titoli della difesa.

Sulle borse europee spiccano i rally di Leonardo (a Piazza Affari), del produttore di armi tedesco Rheinmetall, che vede le sue quotazioni balzare fino a +48%; buy anche sulla francese Thales (+11%) e sulla britannica BAE, che si conferma al top del Ftse 100 della borsa di Londra con un balzo di oltre il 13%.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha annunciato un aumento significativo delle spese militari della Germania, a seguito dell’invasione russa in Ucraina.

Scholz ha reso noto che le spese militari balzeranno a oltre il 2% del Pil tedesco, (rispetto all’1,5% del Pil stimato nel 2021).

La Germania ha ceduto così alle pressioni degli Stati Uniti, che le avevano chiesto di aumentare la spesa per la difesa militare.

Nella giornata di ieri, la presidente dell’Unione europea Ursula von der Leyen ha inoltre annunciato che “per la prima volta in assoluto, l’Unione europea finanzierà l’acquisto e la consegna di armi e altre attrezzature a un paese sotto attacco”, ovvero all’Ucraina, dopo l’attacco della Russia di Vladimir Putin lanciato giovedì scorso 24 febbraio.