Russia: rublo in caduta libera dopo parole Medvedev su sanzioni Usa

7 Settembre 2018, di Alessandra Caparello

Il rublo russo è crollato del 2%, scivolando a 69,63 punti il livello più basso registrato rispetto al dollaro da marzo 2016 e il più grande calo dall’8 agosto  dopo che il primo ministro russo Dimitry Medvedev ha ammesso che le sanzioni statunitensi stanno iniziando a colpire e ha detto che spera che la Banca di Russia diventi “attiva” in quanto i tassi sono alti.

“I tassi di interesse rimangono piuttosto elevati nonostante i successi nel frenare l’inflazione”.