Russia: riparte a Mosca trading bond sovrani, con sell off è boom tassi. Banca centrale interviene

21 Marzo 2022, di Redazione Wall Street Italia

I titoli di stato russi sono tornati oggi a essere scambiati al mercato di Mosca, per la prima volta in tre settimane.

I bond sovrani sono stati subito attaccati dalle vendite, con il risultato che i tassi decennali degli OFZ sono balzati al record di sempre, pari al 19,74%.

I rendimenti hanno poi ritracciato, presumibilmente dopo l’annuncio della Banca centrale della Russia, che ha detto che avrebbe fatto incetta di bond, e ora viaggiano attorno al 13,6%.

Mosca ha vietato la vendita dei titoli di stato da parte degli investitori non residenti – che detengono il 19% di tutti questi bond, stando ai dati di inizio febbraio – fino al prossimo 1° aprile.

La banca centrale non ha ancora annunciato quando la borsa di Mosca riaprirà i battenti: l’ultima volta in cui il trading delle azioni è stato operativo è stata lo scorso 25 febbraio, all’indomani dell’invasione dell’Ucraina da parte delle forze russe di Vladimir Putin.