Risiko bancario protagonista a Piazza Affari: a metà seduta Banco Bpm vola del 7% su voci interesse UniCredit

11 Febbraio 2022, di Redazione Wall Street Italia

A Piazza Affari continuano a ritagliarsi un ruolo da protagoniste le banche, con il tema del risiko bancario che è esploso stamattina. A tenere banco i rumors secondo cui UniCredit avrebbe un interesse per Banco Bpm. Un portavoce del gruppo di Piazza Gae Aulenti si sarebbe limitato a dire: “continuiamo a valutare opzioni strategiche”.
“Nell’ambito della propria attività e in coerenza con il Piano Strategico 2022-2024, UniCredit continua a valutare tutte le opzioni strategiche disponibili e non mancherà di tenere informato il mercato di qualsiasi sviluppo concreto”, ha detto il portavoce della banca guidata da Andrea Orcel. “Precisiamo altresì che non è stata convocata alcuna riunione straordinaria del consiglio di amministrazione”.

Intanto a metà seduta il titolo Banco Bpm resta il migliore del Ftse Mib, scattando al rialzo di quasi il 7% a 3,454 euro. UniCredit indietreggia di circa il 2% a fronte di un indice Ftse Mib che perde oltre un punto percentuale. Tra i segni meno del listino principale spiccano quelli di Banca Mediolanum che perde il 3,3% e quelli di Moncler, Iveco e Intesa Sanpaolo che cedono circa il 2,5%.