Ripartire dai Pir e dagli Eltif

23 Agosto 2019, di Titta Ferraro

Il pasticcio dei Pir ha portato al rovinoso crollo di quest’anno dai 15 miliardi circa di raccolta nel primo biennio (le aspettative erano di 68 mld nel quinquennio 2017-2021). L’intenzione della legge di Bilancio del 2019, con i vincoli di investimento in venture capital e in Pmi quotate, era meritevole, ma andava declinata insieme agli operatori che già avevano promosso fondi Pir. Gli Eltif, sottoscrivibili anche dai retail, rappresentano un’altra opportunità per investire nell’economia reale; attenzione però alla tolleranza al fallimento che è necessario avere quando si investe negli asset illiquidi tra cui il venture capital, spesso è difficile da ritrovare persino tra investitori istituzionali che fanno questo di mestiere.