RePowerEU: le linee guida del piano attese per fine mese. Ecco i titoli che potrebbero beneficiarne

12 Maggio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Per la fine del mese l’Unione europea dovrebbe snocciolare le linee guida del RePowerEU, il piano volto a rafforzare la politica energetica d’Europa. Secondo le indiscrezioni raccolte della stampa, il documento punterà sulla diversificazione degli approvvigionamenti di gas e sulla riduzione della dipendenza dai combustibili fossili.

In particolare, il piano dovrebbe prevedere almeno 195 miliardi di investimenti e potrebbe contenere diverse indicazioni: l’aumento del target di rinnovabili dal 40% al 45% entro il 2030, una maggiore riduzione dei consumi energetici dal 9% al 13% entro la fine del decennio, l’accelerazione sul fronte autorizzativo (che potrebbe escludere la procedura di valutazione ambientale) e investimenti nelle infrastrutture (Gnl, biometano, idrogeno e reti elettriche).

In attesa di saperne di più, Equita individua quali possibili comparti e titoli potrebbero essere maggiormente coinvolti da RePowerEU: “Si tratta di indicazioni positive in particolare per il settore rinnovabili, con i titoli Erg, Alerion, Acciona Energia ed Enel”, sostengono gli analisti della sim milanese. Ma non solo. “Anche per le società esposte alle reti, come Terna sull’elettrico e Snam sull’idrogeno e per le municipalizzate esposte e rinnovabili, distribuzione elettrica, biogas e risparmio energetico, tra cui spiccano A2A, Iren, Hera e Acea”, concludono da Equita.