Renzi: “droni in Libia? Si, se è contro terrorismo”

23 Febbraio 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – “Se abbiamo prove di potenziali attentatori è evidente che l’Italia fa la sua parte come tutti gli altri”. A dirlo il premier Matteo Renzi, ospite di Rtl102.5, in merito alla questione dell’accordo raggiunto tra Usa e Russia per il cessate il fuoco in Siria.

“Si vedono piccoli spiragli in Siria, sono ore decisive per il governo in Libia: la priorità è diplomatica”.

In riferimento all’autorizzazione concessa dal governo italiano al decollo dei droni Usa dalla base siciliana di Sigonella il premier ha sottolineato:

“Come ha già detto il ministro Pinotti, le autorizzazioni al decollo dei droni sono caso per caso: se si tratta di fare operazioni contro terroristi e potenziali attentatori Isis c’è uno stretto rapporto con nostri alleati e siamo in grande sintonia”.