Prysmian nel mirino delle vendite, Equita conferma “hold”

12 Giugno 2018, di Mariangela Tessa

Giornata pesante per il titolo Prysmian, che nella tarda mattinata perde l’1,17% con le azioni scambiate a 24,45 euro l’una (24,7 in apertura). Oggi su Il Sole 24 Ore il ceo Valerio Battista ha presentato gli obiettivi del gruppo dopo la fusione con General Cable. Il target è portare l’Ebitda dagli attuali 900 milioni a oltre un miliardo in 3 anni.

Fous sul debito che post-fusione si attesta a 3,2 miliardi prima dell’aumento di capitale (da 500 milioni) che li porterà sotto i 3 miliardi. Prysmian, dice Battista, ‘deve lavorare per ridurlo e questa e’ la priorita’ numero uno’.

Un giudizio positivo è arrivato dagli analisti di Equita che, confermando il giudizio ‘hold’ sulle azioni con un target price fissato a 29 euro, hanno ricordato come le due aziende siano ‘molto complementari’ e questo dia a Prysmian l’opportunità di entrare con forza sul mercato americano.  Tirando le somme, ribadiscono gli analisti, ‘riteniamo che chiave per la performance del titolo sarà la capacità di generare cassa e conseguentemente di ridurre il debito’.