Prosegue il rimbalzo in Usa ed Europa. Debolezza per l’Oro

30 Maggio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Ftse Mib. Ha chiuso la settimana in rialzo del 2,3% proseguendo così il rimbalzo avviato dal minimo del 9 maggio e chiudendo in positivo la 3 settimana consecutiva. Infatti, dal minimo del 9 maggio il nostro indice di riferimento ha rimbalzato con forza guadagnando nelle ultime 3 settimane oltre il 7%. Il livello dei 24.500 punti adesso è il principale livello di supporto per l’indice. In caso di prosecuzione del rimbalzo, un superamento al rialzo con volumi del livello psicologico dei 25.000 punti potrà condurre l’indice prima verso i 25.200.

Nasdaq 100. Dopo 7 settimane consecutive di ribasso, una striscia negativa che non si vedeva dal 1932, l’indice tecnologico americano ha rimbalzato con decisone chiudendo la miglior ottava delle ultime 10 con un rialzo del 6,84%. Ora i prezzi si trovano a 12.680 punti e in caso di prosecuzione della forza rialzista il prossimo livello di resistenza è prima a quota psicologica dei 13.000 punti, mentre un breakout dei 13.500 punti, potrebbe innescare una veloce risalita delle quotazioni con target verso i 14.000 punti.

Oro. Il quadro grafico del metallo giallo mostra un rafforzamento della pressione ribassista. Infatti, guardando il grafico con un orizzonte di più ampio respiro vediamo come l’andamento negativo del prezzo stia continuando e come il prezzo si stia allontanando sempre più dai massimi di marzo. Al momento l’oro quota 1.860 $ e in caso di continuazione del rimbalzo avviato la settimana scorsa le prossime aree di resistenza che potrebbero ostacolare un’ascesa dei prezzi sono poste prima a quota 1.870 $, poi area psicologica dei 1.900 $. In caso di debolezza un ritorno sotto quota 1.830 $ potrebbe innescare una flessione con target in area 1.800 $.