Profondo rosso per i finanziari dopo addio Draghi: -7% Unicredit, -6% Poste

21 Luglio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Pesanti vendite oggi sui titoli finanziari a seguito del materializzarsi della caduta del governo Draghi con lo scenario più probabile che diventa quello di elezioni anticipate in autunno. Piazza Affari cede il 2% circa con forti ribassi per le big bancarie che pagano il peggioramento delle prospettive per l’Italia e il veloce allargamento dello spread Btp-Bund.

Unicredit è la peggiore con -7% circa, seguita da Banco BPM con -5,79%, Intesa con -5,3% e Bper -4,7%. Tra i finanziari molto male Poste con -6%.

L’evoluzione della crisi di governo, con lo sgretolamento della coalizione a supporto del Primo Ministro Mario Draghi (M5S, Lega e Forza Italia hanno deciso di non partecipare ieri al voto di fiducia che ha fatto seguito al discorso di Mario Draghi al Senato) ha portato stamattina Draghi a recarsi al Quirinale e presentare le dimissioni.