Piquadro diventa carbon neutral

20 Settembre 2022, di Redazione Wall Street Italia

Piquadro, eccellenza italiana produttrice di prodotti di pelletteria per il lavoro e il tempo libero e quotata nell’indice FTSE Italia Small Cap di Borsa Italiana dall’ottobre 2007, ha annunciato la neutralità carbonica per l’intero Gruppo. Questo traguardo di zero emissioni si inserisce nel percorso di sostenibilità intrapreso oltre dieci anni fa dall’azienda di Gaggio Montano e accelerato con la svolta green del 2020, in cui Piquadro ha lanciato la collezione in materiali 100% riciclati, con nylon ottenuto riciclando reti da pesca e fibre tessili destinate ad essere rifiuti. Oltre a questo, Piquadro garantisce la provenienza della materia prima da allevamenti e concerie sempre più responsabili e fornitori certificati dal leather Working Group, l’ente internazionale indipendente che ha sviluppato il protocollo di Sostenibilità per la filiera pelle più diffuso al mondo. Non solo. L’impegno sostenibile di Piquadro passa anche dal territorio e dalle relative comunità, attraverso lo sviluppo di un turismo consapevole sulle sue montagne.

Nel dettaglio, sulla base dei dati riportati nel bilancio di sostenibilità redatto ormai da quattro anni, il Gruppo Piquadro ha definito un piano di compensazione per la totalità delle emissioni che renderà l’organizzazione carbon neutral entro la fine del 2022.
Questo obiettivo di compensazione delle 1.896 tonnellate di CO2 prodotte dalle aziende del Gruppo (Piquadro, The Bridge e Lancel) verrà raggiunto attraverso crediti di carbonio certificati, generati grazie alla riforestazione di aree fortemente degradate del Cerrado in Brasile, la foresta tropicale più biodiversa al mondo. Il progetto, sviluppato e gestito dalla società bolognese Carbon Credits Consulting, permette il recupero e ripristino della foresta nativa, contribuendo contemporaneamente a difendere la biodiversità e a migliorare le condizioni di vita delle popolazioni locali.

Oltre alla compensazione della carbon footprint di Gruppo attraverso un progetto di riforestazione, Piquadro sta attuando importanti misure per accelerare la transizione energetica e in questa ottica ha appena terminato l’installazione di un impianto fotovoltaico da 173 kW presso il quartier generale di Gaggio Montano. Questo intervento, realizzato in collaborazione con Enel X, contribuirà a ridurre i consumi energetici annuali del 46%, generando 190 MWh annuali di energia elettrica da fonte solare ed evitando l’immissione in atmosfera di 95 tonnellate di CO2 l’anno.

Ricordiamo che i cosiddetti “crediti di carbonio”, o certificati di compensazione, sono lo strumento attraverso il quale è possibile mitigare gli effetti della gigantesca impronta carbonica rappresentata dalla produzione di CO2 globale, causa principale del cambiamento climatico. Un credito di carbonio equivale a una tonnellata di CO2 evitata o prelevata dall’atmosfera tramite lo sviluppo di progetti certificati, tra cui i progetti forestali che non solo catturano CO2 atmosferica, grazie alla fotosintesi clorofilliana delle piante, ma contribuiscono al beneficio della biodiversità e comunità della zona del progetto, elementi di estrema importanza per Piquadro.