Piazza Affari parte bene: Stellantis tonica, ancora male Saipem

7 Febbraio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Intonazione positiva in avvio di giornata per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib segna +0,28% a quota 26.678 punti. Tra le big di Piazza Affari spunto rialzista per i titoli della galassia Agnelli con +1,6% Stellantis e oltre +1% anche per Exor e CNH. Bene anche Intesa Sanpaolo a +0,8% dopo che venerdì scorso il mercato aveva accolto con freddezza il nuovo piano al 2025 che prevede 22 miliardi di dividendi per gli azionisti.

Sul fronte opposto soffrono i titoli oil con -0,9% Eni e -1,89% Saipem complice il ritracciamento dai massimi del petrolio.

I mercati in generale cercano di risollevarsi dopo i cali di venerdì a seguito dei dati mensili sull’occupazione negli Stati Uniti, migliori delle attese e che quindi hanno riacceso i timori di un’accelerazione della politica monetaria della Federal Reserve. Adesso cresce la possibilità di un aumento di 50 punti base dei tassi a marzo. A questo riguardo si guarderà al dato mensile sui prezzi al consumo negli Stati Uniti, in uscita giovedì. Sul fronte macro oggi non sono previste numeroso indicazioni, con la sola pubblicazione dell’indice Sentix sulla fiducia degli investitori a febbraio. Intanto è giunto dalla Cina l’indice Pmi servizi stilato da Caixin e Markit che a gennaio è rallentato a 51,4 punti, dai precedenti 53,1. Il dato, peggiore delle attese – visto che gli analisti avevano previsto un valore pari a 52,9 punti – ha confermato la fase di espansione più debole degli ultimi cinque mesi.

In Italia oggi focus sul cda di Mps, che oltre ai conti 2021 andrà a valutare il possibile cambio di ad con Lovaglio (ex Creval) in pole position per sostituire Bastianini.