Piazza Affari: Consob invita società a comunicare gli impatti del conflitto Russia-Ucraina

18 Marzo 2022, di Redazione Wall Street Italia

Consob ha invitato le società quotate a comunicare quanto prima gli impatti derivanti dal conflitto Russia-Ucraina e le possibili conseguenze, in occasione dell’approvazione dei bilanci 2021 o nelle successive rendicontazioni finanziarie.

In particolare, la Consob ha raccomandato di “divulgare il prima possibile qualsiasi informazione privilegiata riguardante gli impatti della crisi sui fondamentali, sulle prospettive e sulla situazione finanziaria, in linea con gli obblighi di trasparenza ai sensi del regolamento sugli abusi di mercato, a meno che non sussistano le condizioni per ritardare la pubblicazione delle stesse”.

Inoltre, le società quotate sono state invitate a “fornire informazioni, per quanto possibile su base sia qualitativa che quantitativa, sugli effetti attuali e prevedibili, diretti e indiretti, della crisi sulle attività commerciali, sulle esposizioni ai mercati colpiti, sulle catene di approvvigionamento, sulla situazione finanziaria e sui risultati economici nelle relazioni finanziarie 2021, se queste non sono ancora state approvate, e nell’assemblea annuale degli azionisti o altrimenti nelle rendicontazioni finanziarie intermedie”.

Non solo. L’organo di vigilanza ha esortato anche i revisori e gli organi di controllo a prestare particolare attenzione a questi aspetti, nell’ambito dell’attività di revisione svolta sulle relazioni finanziarie. Particolare attenzione anche alla valutazione dei rischi connessi alla cybersecurity.

Consob fa sapere di star continuando a monitorare l’impatto sui mercati finanziari del conflitto e delle sanzioni adottate nei confronti della Russia e coordina con le altre autorità nazionali competenti, in seno all’ESMA, le iniziative da intraprendere.