Piazza Affari chiude a oltre +2%, Bper guida rally delle banche

15 Febbraio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Convinto recupero oggi per Piazza Affari in scia allo stemperarsi delle tensioni sul fronte Ucraina. A contribuire rasserenare i mercati è la notizia diffusa dall’agenzia Interfax circa il rientro in patria di alcune truppe russe dopo la fine delle esercitazioni. Ieri il presidente ucraino Volodimir Zelensky ha parlato ieri di una possibile invasione russa mercoledì e ha deciso di fare del 16 febbraio un giorno per l’unità nazionale ucraina. Successivamente un consigliere del capo dello staff di Zelenskiy ha precisato che le osservazioni dovrebbero essere interpretate come ironiche.

“Il nostro scenario di riferimento considera che un’invasione militare russa su larga scala in Ucraina sarà evitata – si legge nel CIO Flash report di DWS – . e prevediamo solo un aumento prolungato della consapevolezza del rischio sottostante, piuttosto che ulteriori escalation militari significative”.

Il Ftse Mib ha chiuso oggi nei pressi dei massimi intraday a 26.967 punti (+2,09%). Tra le big di Piazza Affari in prima fila oggi Stellantis (+4,11% a 17,01 euro) e Unicredit a +2,13%. Nel cda odierno il ceo Andrea Orcel dovrebbe dare un’informativa sul progetto di acquisizione del Banco Bpm, che avrebbe dovuto prendere corpo lo scorso weekend ma che, come scrive il Messaggero, sarebbe saltato per la fuga di notizie. Tra le altre banche in rally oggi Bper (+9,15% in area 2,159 euro) dopo che l’istituto emiliano ha firmato il contratto per l’acquisizione di Carige. Bene anche Banco BPM (+2,89%) che rimane al centro delle voci di M&A.

E’ rimasta indietro Tim (+0,41%) che ha fornito un aggiornamento sul nuovo piano industriale. Sono state individuate 4 aree di business: Business Corporate (che include grandi clienti e PA, cloud, IoT, cybersecurity), Business consumer (fisso e mobile), Rete e TIM Brazil. I motori di crescita sono individuati nei segmenti Corporate (anche grazie ai progetti legati al PNRR) e TIM Brazil (grazie all’integrazione degli asset mobili di OI). Si delineano meglio i perimetri delle attività, con l’individuazione di un’area Corporate che include anche il business cybersecurity (Telsy) e che viene individuato come uno dei due principali motori di crescita. “Ci sembra una scelta industrialmente corretta, visto che cloud, cyber e IoT potranno beneficiare della rete commerciale di TIM verso le aziende e la PA per svilupparsi”, commentano gli esperti di Equita Sim. “Da verificare se questo può comportare un minore appeal speculativo sull`asset per la rilevanza di queste attività per la sicurezza nazionale”, aggiunge la sim milanese. La maggiore tlc italiana ha rimarcato inoltre che prosegue l’analisi strategica relativa alla rete fissa, valutando anche un modello di separazione verticale. Non viene fatta menzione dei progressi nel processo di valutazione della proposta KKR.

Debolezza relativa anche per Saipem (+0,53%) con il Tribunale di Algeri che ha condannato in primo grado la società nel procedimento penale in corso dal 2019 in Algeria relativamente, tra l’altro, alle modalità di assegnazione nel 2008 del progetto GNL3 Arzew. L’ammenda ammonta a circa 192 milioni di euro. L’esito della sentenza determinerà la rilevazione nel bilancio al 31 dicembre 2021 di un onere di pari importo, il cui versamento resta, peraltro, sospeso a seguito dell’impugnazione in appello. Intanto Saipem si è impegnata nella revisione del piano strategico 2022-2025 presentato lo scorso 28 ottobre, che sarà sottoposto all’approvazione del cda del 15 marzo 2022.