Petrolio sotto pressione oggi, si guarda a crescita Cina e ban greggio russo

2 Maggio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Netto calo in avvio di ottava per le quotazioni del petrolio. Il WTI è arrivato a segnare oltre -3% in area 101 dollari, mentre il Brent viaggia a 104 dollari circa. A pesare sono ancora i timori per la debole crescita economica in Cina, il principale importatore mondiale di petrolio, e i timori che l’offerta potrebbe essere ostacolata da un potenziale divieto dell’Unione Europea sul greggio russo.

Gli ultimi dati cinesi indicano ad aprile il Pmi manifatturiero in contrazione per secondo mese consecutivo e viaggia al livello più basso da febbraio 2020 a causa del blocco COVID.