Petrolio in recupero dopo scivolone per paura recessione, ma per esperti “ulteriori ribassi saranno abbastanza limitati”

6 Luglio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Segnali di recupero per il petrolio dopo lo scivolone della vigilia, con le quotazioni del Wti e del Brent che salgono di oltre l’1 per cento. Ieri i prezzi dell’oro nero sono crollati in scia ai crescenti timori di recessione che hanno pesato sulle prospettive della domanda. In particolare, il Brent è sceso di oltre il 9% nel corso della giornata, mentre il Wti si è attestato sotto i 100 dollari al barile per la prima volta dall’inizio di maggio. “Poco è cambiato. Il mercato petrolifero rimane caratterizzato da una offerta scarsa e, data l’aspettativa che l’offerta di petrolio russo possa diminuire durante l’anno, il mercato è destinato a restare in questa situazione. Pertanto, prevediamo che qualsiasi ulteriore ribasso sarà abbastanza limitato”, commentano da ING.